Germania-Italia l’Antepost e non solo

Germania-Italia l’Antepost e non solo
luglio 04 17:45 2016 Stampa articolo

Parlare della sconfitta della nazionale azzurra è oggi molto difficile, le speranze erano alte e anche le capacità tecniche dei giocatori hanno fatto si che l’Italia arrivasse fino a questo punto.

Nell’intervista dopo il ritiro di Covercianoa Bonucci e Chiellini questa termina con le seguenti parole: Non ci importa cosa dicono gli altri. Noi – per come stiamo lavorando – siamo certi che potremo toglierci tante soddisfazioni in Francia. La UEFA.com ha avuto la possibilità di intervistare oltre ai due sopra menzionati, anche altri giocatori siccessivamente a Coverciano ed è stata presente anche in diversi allenamenti visionando effettivamente come questi ragazzi erano stati preparati dal ct Conte. Anche molti pronbostici non avrebbero scommesse sull’Italia che passava il turno, pronostici smentiti dai fatti perché la squadra c’era, era coesa e capace di portare avanti un ottimo gioco partendo dalla sua difesa. Barzagli nell’intervista successiva alla sconfitta con la Germania ai rigori dice: C’era voglia di stare insieme, tale caratteristica era estremamente importante e si vedeva da lontano che era realmente così.

    1. Contro il Belgio, contro la Spagna e contro la Svezia

Quella è stata una partita che definire magnifica è ancora poco. Le statistiche sostenevano – e a ragione – che l’Italia correva più di ogni altra squadra. Il gol di Emanuele Giaccherini, al quale sussegue il bis con la Svezia e la sconfitta – probabilmente poco calcolata – contro l’Irlanda prima del superbo lavoro contro la Spagna. L’entusiasmo della nazionale italiana si è fatto ben vedere e sentire in campo in tutte queste occasioni nonostante la pesante assenza di Antonio Candreva.

  • Candreva Assente
  • Daniele De Rossi Assente
  • Thiago Motta Assente

Mancavano tre importanti giocatori contro la Germania e anche questo ha influito sensibilmente nel gioco di squadra e in campo.

Ma ugualmente l’Italia lotta contro la Germania va sotto ma resta comunque a galla grazie a un miracolo del capitano Gianluigi Buffon e poi ritrova nuovamente ancora una volta la forza per pareggiare. La Germania non passa più.

Poi i rigori, qualcuno ha sollevato polemiche perché sembrava che l’Italia avesse ormai il vento in poppa per passare la fase, resta comunque una stupenda presenza di una squadra fortissima negli Europei 2016.




  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

scommesse
scommesse

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.