MOTOGP: la rimonta di Rossi è possibile?

MOTOGP: la rimonta di Rossi è possibile?
settembre 06 11:27 2016 Stampa articolo

GIOCA IL TUO PRONOSTICO SU MERKUR WIN
>> BONUS BENVENUTO FINO A 500€ <<

Il distacco è ancora larghissimo, ma almeno Valentino Rossi accorcia le distante nella classifica piloti della MotoGp: il Dottore conquista il terzo posto a Silverstone e recupera tre punti su Marc Marquez, ieri quarto dopo una serie di errori che lo hanno tenuto fuori dal podio. Adesso, a sei Gp dalla fine del Motomondiale, ci sono cinquanta punti tra Marquez, leader in classifica, e Rossi, secondo. La rimonta mondiale è difficile, ma non impossibile secondo i bookmaker che dopo il guizzo di ieri del Dottore hanno abbassato da 10,00 a 9,00 la scommessa sulla Decima di Valentino. Marquez resta comunque ampiamente favorito e il suo terzo trionfo è dato a 1,10.

Staccatissimo Jorge Lorenzo, il distacco del maiorchino da Marquez è di 64 punti e il pilota della Yamaha è in netto calo di prestazioni: negli ultimi sei Gran Premi solo una volta è finito sul podio, con il terzo posto in Austria. Il bis mondiale di Lorenzo è dato a 17 volte la scommessa.

La gara di Silverstone è stata incredibile

Maverick Vinales show: scatta subito in testa e fa il vuoto, riportando la Suzuki nel club dei big. Una gara senza avversarsi per lui che ha dimostrato come la casa giapponese sia di nuovo sul tetto del mondo. E questo -se ce ne fosse ancora bisogno – esalta il mondo della MotoGp che propone uno spettacolo unico: sette vincitori diversi nelle ultime sette gare.

Vinales però qualcosa da recriminare ce l’ha: il duello alle sue spalle ha oscurato la sua incredibile prestazione, obbligando i tifosi a seguire in piedi sugli spalti le gesta degli inseguitori e non la sua cavalcata solitaria.
Crutchlow, poi secondo, Rossi (terzo), Marquez e Iannone hanno veramente dato spettacolo, con sorpassi e contro sorpassi da brividi. I due si sono anche toccati un paio di volte, non risparmiando nulla del loro strepitoso repertorio di funamboli. Alla fine Marquez è andato lungo, lasciando via libera a Rossi, ma prima con Crutchlow e poi con Valentino, Marc è tornato a correre senza pensare più a nulla.

Insomma una gara spettacolare, che lascia solo un po’ di amaro in bocca ai tifosi della Ducati: Iannone dopo altri duelli da cineteca è scivolato via proprio quando era alle spalle di Vinales, quindi nel ruolo di “primo degli inseguitori”. E già perché “alle spalle” di Vinales è una piccola forzatura: Maverick con la sua Suzuki rinata ha fatto davvero una gara a parte, senza che nessuno sia mai riuscito ad impensierirlo.

Certo, il duello alle sue spalle lo ha di certo favorito – nella lotta Rossi, Marquez, Crutchlow e Iannone hanno perso ovviamente tempo – ma da quello che abbiamo visto sui cronometri probabilmente nessuno sarebbe mai riuscito a prendere la Suzuki.

Così Marc Marquez alla fine e deve accontentarsi del quarto posto davanti al compagno di scuderia Pedrosa. Non bene invece Jorge Lorenzo che per tutta la gara non è mai riuscito a stare tra i primi chiudendo così in una misera ottava posizione.

Ma la cosa più bella della gara è stata un’altra: il braccio alzato dalla barella con cui Loris Baz ha rassicurato i tifosi: al via proprio il pilota Ducati si è toccato con la Yamaha di Pol Espargaro finendo in una pericolosissima carambola di moto e poi tornando strisciando in pista sfiorato dalle moto che sopraggiungevano a gran velocità. Poteva essere una tragedia, tutto si è invece risolto senza conseguenze per i piloti. Il mondo della MotoGp ha tirato un grande sospiro di sollievo.


GIOCA IL TUO PRONOSTICO SU MERKUR WIN
>> BONUS BENVENUTO FINO A 500€ <<

  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

scommesse
scommesse

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.